Archivi tag: esequie

Funerale di Manara.

In questo brano E. Dandolo ci descrive l’esequie svolte a Roma in occasione della morte del patriota Luciano Manara deceduto nelle ultime battaglie combattute contro i francesi in difesa della Repubblica Romana.

M’imbattei nel funerale di Manara. Era uno spettacolo che lacerava l’anima. Venivano primi i due battaglioni da novecento uomini ridotti a quattrocento, senza uffiziali, tristi, scoraggiati, estenuati. Io vedeva passarmi innanzi dieci o dodici soldati, ultimo avanzo della compagnia di mio fratello, senza capitano, senza tenenti: tutti miei amici, morti all’ospedale o prigioni. Una musica romana seguiva i soldati, poi la bara coperta della tunica insanguinata, poi un centinaio di feriti che si erano a stento trascinati fuori del letto per salutare l’ultima volta il povero loro colonello. L’aspetto di quella città conquistata che prima di ricevere i vincitori assisteva tristemente alle esequie d’un suoi difensori più nobili; il pensiero di quel giovane valoroso, padre di tre figliuoletti, morto a 24 anni nell’ultimo giorno della difesa, quando gli sorridevano ancora le speranze più belle, accompagnato ora alla tomba dai suoi compagni, vedovati per la sua morte d’ogni sostegno: quei feriti, quei fiori gettati lungo tutta la via, e il pensiero sconfortante delle pubbliche sventure che aggiungevasi a render più grave quello delle private; ogni cosa concorreva a straziare crudelmente l’anima già tanto abbattuta. Portato a San Lorenzo in Lucina, gli furono celebrate sontuose esequie, ed il padre Ugo Bassi recitò sul feretro l’orazione funebre. Era uno di quelli spettacoli che restano impressi per tutta la vita e che fanno rabbrividire.

Emilio Dandolo